mercoledì 24 febbraio 2021

Sirena (dietro il Vulcano sono nata)

 Io ti incanto con le mie parole.

E tu, fissamente, 

scruti ogni riflesso dei miei pensieri.

Quando le mie labbra si schiudono 

- polposi chicchi di melograno - 

per innalzare a te un canto,

la mia bocca è fatta di grani rosso carminio,

lava incandescente di pietre preziose.

Dietro il Vulcano sono nata,

la Magia muove le mie acque,

odoro di cannella e sale marino,

l'armonia del mio corpo disegna i contorni della mia sensualità.

Sono Venere voluttuosa vestita di corallo,

sono richiamo di Eros, 

incantato cerchi di cogliere il mio sguardo inafferrabile, 

ma io

 - Divinità dell'Ignoto - 

mi immergo nell'abisso. 

(23/2/2021)


Nessun commento:

Posta un commento